Referendum euro: la raccolta firme vale come il due di picche

Euro

 

13 ottobre – La chiave di lettura positiva del festival dei pentastellati è la presa d’atto di Grillo che finalmente a chiare lettere dice che bisogna uscire dall’euro. La nota meno positiva è Grillo non sa o ancora peggio, finge di non sapere che La Costituzione italiana non consente le consultazioni sui Trattati internazionali e sulla materia finanziaria, così come vieta i referendum propositivi.

Se Grillo pensa invece di proporre l’unica cosa possibile e cioè un referendum “consultivo”, deve sapere e dire che l’eventuale risultato positivo del referendum non è vincolante per il governo. Inoltre, è bene sgombrare il campo da eventuali paternità di certe iniziative in quanto arriva dopo altri. Infatti, la raccolta firme per il referendum sul ‘male’ di questo Paese è già stata fatta dalla Lega. Poi, se Grillo volesse mai leggere il pio pensiero, sappia che le firme contano come il due di picche quando briscola è bastoni.

Infine, che fine han fatto quelle firme dalla Lega? Per uscire dall’euro (il male) bisogna solo far uscire tutti i parassiti, ladri e corrotti dai posti che occupano abusivamente come il Parlamento e tutti gli altri gangli istituzionali e direzionali della nostra società.



   

 

 

1 Commento per “Referendum euro: la raccolta firme vale come il due di picche”

  1. Finche’ gli attuali occupanti abusivi del Parlamento stanno al potere, l’Italia non uscira’ mai dall’euro. Grillo, inoltre, sta facendo una subdola quanto banale azione pilotata dai suoi amici americani, in quanto se il referendum, anche semplicemente consultivo, vedesse la vittoria del SI alla permanenza nell’area euro, cio’ causerebbe enorme influenza sull’opinione pubblica, che si metterebbe una volta per tutte l’animo in pace sulla questione. I referendum, essendo oggi pilotati e controllati, servono a convincere le masse e sfiduciarle su eventuali “rivoluzioni”. Lo abbiamo visto in Irlanda e in Scozia, basta un po’ di propaganda e di paura sui giornali e il gioco e’ fatto. Se questo non bastasse, hanno altri sistemi per contraffare le votazioni e far andare i risultati dove vogliono loro. Adesso che la Scoia ha deciso di restare, la questione e’ sepolta e l’EU e’ salva. Il referendum di Grillo serve a questo, datemi ascolto.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -