Sanzioni contro la Russia? 130 mila posti di lavoro a rischio nell’UE

 

 

23 agosto – Sono 130 mila i posti di lavoro in pericolo all’interno dell’Unione Europea a causa dell’embargo russo sui prodotti agroalimentari occidentali.

L’allarme arriva dagli esperti di ING, i quali hanno calcolato il valore della produzione annuale che potrebbe andare in fumo analizzando i dati relativi all’export.

Tenendo conto delle esportazioni dirette, ma anche della filiera (ad esempio, quei soggetti intermedi che riforniscono le aziende le quali poi esportano in Russia) la cifra totale supera i 5 miliardi di euro.

ObamaRenzi

Duramente colpita la Germania, per la quale si prevede un declino della produzione di oltre 900 milioni di euro e 21 mila posti di lavoro a rischio. Per l’Italia si parla invece rispettivamente di 400 milioni di euro e di 9 mila impieghi.

Ma a tremare, vista la grande esposizione delle loro economie alla Russia, sono soprattutto le tre Repubbliche Baltiche. Lituania ed Estonia, in particolare, vedono traballare oltre il 3% del proprio Prodotto interno lordo nonchè due quinti della forza lavoro.



   

 

 

1 Commento per “Sanzioni contro la Russia? 130 mila posti di lavoro a rischio nell’UE”

  1. Claudio Martucci

    Non capisco perche ubbidiamo ciecamente ad un presidente extracomunitario.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -