Obama dal Giappone attacca Cina e Corea del Nord

obama-grida24 apr – Il ruolo della Cina è di importanza “capitale” per dissuadere la Corea del Nord dal proseguire sulla strada del suo programma nucleare. “La partecipazione della Cina al tentativo di portare la Corea del Nord verso una direzione differente è capitale”, ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama in conferenza stampa a Tokyo.

“La Corea del Nord da numerosi decenni compie azioni provocatorie. E’ il paese più isolato al mondo”, ha ricordato il presidente Usa, spiegando che “i nordcoreani sono passibili di sanzioni e della condanna internazionale, più di qualunque altro paese al mondo”.

“Lavorando con il Giappone, con la Corea del Sud e con la Cina possiamo fare nuove pressioni sulla Corea del Nord perché finisca per prendere un’altra direzione”, ha insistito Obama.

Barack Obama poi rassicura il Giappone e attacca la Cina: gli Usa sostengono l’alleato nel contenzioso con la Cina sulla sovranità delle isole Senkaku, rivendicate da Pechino. “La politica Usa è chiara.

“Il nostro impegno nel trattato per la sicurezza del Giappone è assoluto – ha affermato Obama durante una conferenza stampa congiunta con il premier giapponese Shinzo Abe – l’articolo 5 del Trattato di cooperazione e sicurezza reciproca Usa-Giappone copre tutti i territori sotto l’amministrazione del Giappone, comprese le isole Senkaku”. Le isole sono rivendicate da Cina e Taiwan, dove sono conosciute rispettivamente come isole Diaoyu e Tiaoyutai.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -