Un allevamento di dromedari alle pendici dell’Etna

dromedari

 

21 apr – Un allevamento di dromedari alle pendici dell’Etna. Un progetto diventato realtà grazie a un giovane veterinario trasformatosi in imprenditore: Santo Fragalà è riuscito a importare a Trecastagni tre dromedari dall’Olanda e da due parchi faunistici d’Italia. “Si chiamano Carmen, la prima ad essere arrivata nel gruppo, perché è arrivata per la Madonna del Carmine così ci siamo affidati a mani divine per l’inizio di questa attività, poi abbiamo Mustafà che invece ha sei anni e infine c’è Jamila che è la più giovane e la più curiosa del gruppo e ha 5 anni”.

Nell’azienda “Gjmàla” i dromedari producono il cosiddetto oro bianco del deserto: il latte viene utilizzato per una linea di cosmetici e soprattutto come alimento ricco di proprietà benefiche: “Questo fa sì che è un latte che può essere dato a tutti, ma in particolar modo a degli intolleranti, neuropatici, malati terminali e addirittura anche diabetici”.

Considerata l’escursione termica tipica del deserto, i dromedari dell’Etna qui stanno benissimo. Merito anche per l’affetto che ricevono in questa piccola azienda a conduzione familiare dove gli animali vengono amati e curati nei minimi dettagli: “I dromedari perché? Perché sono animali veramente stupendi”. Ed evidentemente si trovano molto bene a respirare l’aria buona alle pendici del vulcano più grande d’Europa, visto che Jamila aspetta anche un cucciolo. TMNEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -