La Merkel comanda, la Francia obbedisce: 50 mld di tagli in 3 anni

Merkel8 apr – Il candidato alla Commissione europea dei popolari europei, e sembra ormai sintonizzato all’unisono con Angela Merkel, Jean-Claude Juncker: l’ex capo dell’Eurogruppo ha inviato un messaggio chiaro a Parigi contro la flessibilità intesa alla francese. ”La Francia deve attenersi alle regole come tutti gli altri”, ha detto, sostenendo di essere contrario a una ”via privilegiata” per Parigi.

Il Primo ministro francese, Manuel Valls, ha quindi affermato che proseguirà il risanamento dei conti pubblici “per tutto il prossimo quinquennato di governo” e confermato l’obiettivo di ridurre di 50 miliardi di euro la spesa pubblica dal 2015 al 2017, assicurando che “lo sforzo sarà condiviso da tutti”, nella sua dichiarazione di politica generale.

Francia: Hollande nomina Valls Primo ministro. Marine Le Pen, Valls e’ un uomo “pericoloso”

Su questi 50 miliardi, “lo Stato e le sue agenzie si assumeranno l’onere più grande, 19 miliardi di euro; 10 miliardi proverranno dall’assistenza sanitaria e 10 miliardi extra dalle collettività locali”; “il resto verrà da una più grande giustizia, da una maggiore coerenza e da una migliore sostenibilità del nostro sistema previdenziale”, ha precisato Valls. (con fonte Afp)

Condividi

 

2 thoughts on “La Merkel comanda, la Francia obbedisce: 50 mld di tagli in 3 anni

  1. La Germania si é capito che vuole la guerra e stia sicura che l’avrà mädchen Merkel

Comments are closed.