Roma, terra di nessuno: vandali nelle scuole, urine ed escrementi nei locali

Escrementi in classe e macchinette svuotate: i raid notturni nelle scuole della Capitale

vandali

2 apr – I custodi di una volta non ci sono più. Le finestre ai piani terra, facili da forzare, non fermano neanche ladruncoli alle prime armi. Per non parlare dei sistemi di allarme, quelli funzionanti sono esemplari rari perché rara è la manutenzione. Le scuole della Capitale, specie asili e materne, sono in prima fila nei raid di vandali e ladri, che oltre a introdursi sempre più spesso nei plessi, non sembrano lasciare il campo prima di aver distrutto gli arredi.

MONTESACRO – Ultimo colpo in ordine di tempo questa notte a Montesacro. Ignoti hanno fatto irruzione nella scuola dell’infanzia di via Val di Lanzo per rubare i soldi dalle macchinette automatiche del caffè, lasciando nei locali anche tracce di escrementi ed urina. E c’è chi lega il caso, non certo il primo in zona, agli insediamenti abusivi sul territorio.

“Abbiamo parlato in commissione scuola con polizia e carabinieri dei furti, vista la situazione – ha dichiarato il consigliere municipale Filini – non possiamo fare a meno di collegare l’escalation, confermata anche dalla UOT municipale con una nota dello scorso dicembre, con la sempre più massiccia presenza di insediamenti abusivi. Non solo perché le scuole vengono utilizzate spesso come bagni, ma perché le effrazioni sono perlopiù finalizzate a recuperare monete metalliche, cavi di rame e cibo”.

CECCHIGNOLA E DECIMA – Di ieri invece i furti a Cecchignola e Decima, nel IX Municipio. Qui due ladri 26enni a bordo di uno scooter hanno fatto doppietta per poi finire in manette a seguito di un lieve incidente. Colpito prima l’Istituto Comprensivo Indro Montanelli di via della Divisione Torino, dove i due hanno sottratto strumenti musicali, e poi la scuola media Ruffini di via Camillo Sabatini. Da qui la fuga in motorino, la carambola col mezzo e le manette dei Carabinieri dopo un breve inseguimento.

PONTE DI NONA – Triste il bilancio anche nel weekend appena trascorso. Vittima il territorio di Ponte di Nona dove nella notte tra domenica e lunedì un gruppo di malviventi è entrato nelle scuole di via Corbellini e piazza Muggia.

Il bottino è sempre lo stesso: generi alimentari sottratti alla mensa e macchinette automatiche svuotate di cibo e spicci. “Due episodi nell’ultimo weekend che costituiscono una testimonianza drastica dell’impotenza delle istituzioni”. A parlare è Daniele Grasso, consigliere del Pd del Municipio VI, che ha presentato in consiglio la richiesta per l’istituzione di un comitato per l’ordine e la sicurezza sul territorio.

COLLI PORTUENSI – Scene simili anche nel Municipio XII. La notte del 13 marzo alcuni vandali hanno fatto visita alla scuola elementare Lola Di Stefano, danneggiando la struttura e svuotando di merendine e monete i distributori automatici. “È la terza volta in un mese che ignoti si introducono all’interno del complesso – ha commentato Marco Giudici, consigliere e presidente della Commissione Trasparenza del Municipio XII – dopo questo ennesimo episodio di violenza nei confronti di una comunità scolastica, alcune mamme mi hanno espresso la loro forte preoccupazione e il grande spavento dei bambini. È ora che il municipio e il Comune forniscano almeno una telecamera di controllo che possa fungere da deterrente a queste intrusioni”.

romatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Roma, terra di nessuno: vandali nelle scuole, urine ed escrementi nei locali”

  1. Noooooooo, ma il sindaco deve dare i soldi ai Rom, non può spendere per la sicurezza scolastica!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -