Il sindaco di Abano denuncia il governo per istigazione al suicidio

luca

8 febbr – “La crisi mi ha tolto il sorriso”, aveva scritto mercoledì il benzinaio 56enne del distributore di via Gattamelata a Padova, residente in provincia a Due Carrare, gettatosi dal decimo piano dell’ospedale della città del Santo. Parole forti, che hanno aperto uno squarcio nella comunità padovana, non nuova a tributi di sangue di questo tipo dall’avvio della crisi economica.

Crisi, benzinaio si getta dal 10° piano dell’ospedale di Padova

LA DENUNCIA. Un caso che ha scosso anche il sindaco Luca Claudio e alcuni componenti della giunta di Abano, che hanno annunciato di volersi presentare sabato alle 12 nella caserma dei carabinieri per presentare una denuncia per istigazione al suicidio nei confronti della classe politica dirigente del paese. Destinatari della denuncia, ha spiegato il primo cittadino aponense, sono “tutti i membri del governo, come anche di tutti i deputati e senatori, dell’attuale e passata legislatura, che hanno assistito incuranti al volgere della crisi e alle sue drammatiche conseguenze. Abbiamo deciso di presentare questa denuncia perché ci sono dei responsabili del massacro che si sta verificando tra imprenditori, gente che si ammazza di continuo perché stritolata dalle difficoltà. In questo modo vogliamo attribuire alla politica una chiara responsabilità di tutto ciò”.

padovaoggi.it



   

 

 

12 Commenti per “Il sindaco di Abano denuncia il governo per istigazione al suicidio”

  1. Forza c’è tutta l Italia con te facciamo firmare firmano tutti

    • guarda che neanche lui non scherza,e un pò di sorriso lo ha tolto anche a me,perciò fa presto a parlare

  2. tanto nn conta un cazzo…..quei cani la faran sempre franca

  3. Sono pienamente d’accordo con il sindaco di Abano !!!

  4. Bravo e poi tutti dentro questi politici corrotti, beni confiscati dato che sono peggio dei mafiosi e risarcimento alle famiglie. Non é necessario che qualcuno si uccida per denunciarli basta solo lo scoraggiamento e la depressione e quella ce l’abbiamo quasi tutti!

    • dalla mia esperienza ,un pò di sorriso me lo ha tolto è facile farsi belli a parole e non fare i fatti e lasciare i cittadini nella merda

  5. Dobbiamo denunciare il governo anche per:
    – usura
    – riduzione in stato di povertà
    – terrorismo

  6. e’ chiara la responsabilita’ del governo

  7. antonio cigliola

    non credo che possano esserci commenti davanti a tanto scempio costituzionale… se io decidessi di suicidarmi, mi improvviserei un kamikaze, una strage di ladri politici e me li porterei tutti addietro… per ora, ho voglia di vivere!

  8. NEANCHE IL COMUNE DI ABANO NON SCHERZA CON LO STRITOLAMENTO……..NON BASTANO LE PAROLE

  9. non bastano le belle parole,se non da esempio ai suoi cittadini,mi potrei dilungare sul mio caso ,ma sarebbe tempo perso da come sono andati i fatti,l’importante è pagare e essere stozzati.

  10. Se mai un magistrato iniziasse mai una indagine del genere verrebbe inesorabilmente segato!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -