UE, Corte dei Conti denuncia: 6 mld di euro dilapidati per Egitto e Palestina

wc

15 dic – L’Unione Europea ha speso 4 miliardi e mezzo in Palestina. Denaro prelevato dalle tasse dei contribuenti europei. Ma c’e’ di molto peggio: è stato speso senza rendicontazioni. In nero assoluto.

Tutti gli imprenditori che sono stati costretti a chiudere e a suicidarsi per le troppe tasse e tutte le famiglie ridotte alla fame saranno sicuramente interessati a sapere che i soldi estorti loro da Equitalia sono in parte serviti per pagare gli stipendi a lavoratori fantasma in Palestina.

Infatti dal 2007 l’Unione Europea ha finanziato progetti in Palestina per un totale di 4 miliardi e mezzo di euro (9000 miliardi delle vecchie lire) allo scopo di influenzare la politica dei paesi vicini ed e’ parte di un programma di aiuti molto piu’ vasto che ovviamente e’ finanziato anche dai contribuenti italiani.

La cosa piu’ assurda però è che buona parte di questi miliardi sono serviti per pagare gli stipendi di duemila palestinesi impiegati pubblici fantasma, persone che non hanno lavorato per diversi anni ma che ricevevano regolarmente lo stipendio. Miliardi di euro buttati e inconfessabili accordi sotterranei tra la UE e i terroristi islamici di Hezbollah.

Inoltre, a lanciare l’allarme sull’uso di questi fondi non e’ stato un razzista xenofobo anti-palestinese, ma la Corte dei Conti Europea, che in un rapporto ha criticato la mancanza di trasparenza nell’uso di questi fondi e il fatto che non esistessero meccanismi che potessero prevenire frodi e usi impropri.

Questo ovviamente non e’ un caso isolato tant’e’ che la stessa Corte dei Conti Europea ha criticato il miliardo e mezzo di euro dato all’Egitto ai tempi di Morsi (e cioè dell’estremismo islamico) per il fatto che non ha fatto nulla per migliorare la democrazia e i diritti umani di quel paese.

Quindi dal 2007 a oggi almeno 6 miliardi di euro sono stati buttati via mentre gli italiani sono stati tartassati da IMU, TARES e altre tasse che hanno distrutto l’economia. Il tutto, nell’asosluta indifferenza dell’Unione Europea.

Non occorre essere dei geni per capire che se si cancellasse questo programma di falsi aiuti e vere, gigantesche, ruberie della UE, il governo non avrebbe bisogno di mettere tutte queste tasse per ridurre il disavanzo e questo dovrebbe spingere gli italiani a far uscire l’Italia dall’Unione Europea.

Nel frattempo la stampa di regime italiana tace, perche’ vuole a tutti i costi tenere il popolo ignorante.

GIUSEPPE DE SANTIS – Londra.



   

 

 

3 Commenti per “UE, Corte dei Conti denuncia: 6 mld di euro dilapidati per Egitto e Palestina”

  1. Grazie Sig. Giuseppe De Santis per averci informati.
    E questi infami hanno il coraggio ancora di dire che uscendo dall’UE è un disastro SI MA PER LORO non per noi, e la gente fa la fila per votare questi………………………. non dico altro, immagginate voi quello che vorrei dirgli.
    Viva La Lega Viva Salvini!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. l’Europa è diventata la tomba del buon senso… usciamone prima che diventi anche la nostra!

  3. Basta soldi a questi parassiti , lasciamo che sia Israele ad occuparsi una volta per tutte di questi terroristi.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -