UE, Metsola: ‘stop dipendenza energetica da nemici come la Russia’

Roberta Metsola

La presidente del parlamento europeo, Roberta Metsola, in una intervista a “Libero Quotidiano” spiega quali saranno le azioni che la Ue dovrà intraprendere: “Credo che l’Ue debba seguire un triplice piano strategico a lungo termine. In primo luogo, l’Unione Europea dovrebbe ridurre la dipendenza energetica da nemici come la Russia. Invece di acquistare gas dal Cremlino e aiutarlo a finanziare il suo attacco ingiusto e brutale all’Ucraina, dovremmo costruire relazioni longeve con amici e partner.

In secondo luogo, quando si tratta di energia, gli Stati membri tendono a fare a gara tra loro per offrire un prezzo più alto. Credo che dovremmo fare il contrario: perseguire acquisti congiunti e riprodurre ciò che siamo riusciti a realizzare durante la pandemia: unire le forze”.

Infine, “dobbiamo diversificare le nostre fonti energetiche e, più precisamente, aumentare la quota di energie rinnovabili nel nostro mix energetico. Questo non solo ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi ambientali, ma ci permetterà di essere più resilienti di fronte alle rotture e alle crisi future”. La presidente sottolinea inoltre che “le attuali proposte della Commissione – come la tassazione dei profitti imprevisti, la riduzione della domanda di gas o la costruzione di un nuovo parametro di riferimento per il Gnl – sono in linea con la posizione del Parlamento. Tutti questi obiettivi e strategie confluiscono ovviamente nel progetto dell’Unione dell’Energia, che dovrebbe finalmente diventare realtà”. (agenzianova.com)

 

Articoli recenti