Totoministri, ecco i nomi

adulto e vaccinato bassetti

Giorgia Meloni lavora alla squadra di governo, nella quale probabilmente le due forze alleate, Lega e Forza Italia, avranno pari peso. Le ipotesi al vaglio sono molte mentre ogni gruppo politico tenta di insediare un suo uomo nelle caselle di peso. All’Economia, che potrebbe essere spacchettata, torna il nome di Domenico Siniscalco che andrebbe al Tesoro, mentre il nome che circola per le Finanze è quello di Maurizio Leo, l’esperto economico di Fratelli d’Italia. Una possibilità, quella della divisione del ministero di via XX settembre, che potrebbe naufragare perché richiede tempi lunghi.

Siniscalco

Un altro importante ministero è quello della Salute. I nomi tecnici papabili sono Francesco Rocca della Croce Rossa e Matteo Bassetti dell’ospedale San Martino. Tra i candidati politici, invece, si parla di Licia Ronzulli e Andrea Mandelli, entrambi di Forza Italia.

Vicepremier e presidenti delle Camere – Tra le ipotesi ci sarebbe quella di avere due vicepremier: uno Salvini (che non tornerebbe al Viminale), l’altro Tajani. Quest’ultimo potrebbe anche ricoprire la presidenza della Camera, mentre quella del Senato potrebbe andare al leghista Calderoli. Ma pare che Meloni gradirebbe tenersi stretto, in quella posizione, Ignazio La Russa. Secondo il Corriere, uno dei due posti potrebbe anche andare a Giancarlo Giorgetti.

Sottosegreteria alla Presidenza del Consiglio – Il “Giornale” fa il nome di un fedelissimo della leader di FdI, Giovanbattista Fazzolari, ma in corsa ci sarebbe anche il fondatore di Fratelli d’Italia Guido Crosetto, secondo “La Stampa”. Nel ruolo del segretario generale della Presidenza del Consiglio invece Meloni vedrebbe bene Carlo Deodato, consigliere di Stato, attuale capo del dipartimento Affari giuridici di Palazzo Chigi.

Ministero dell’Economia – Sarebbe in corsa Domenico Siniscalco, che ha già ricoperto la carica nel secondo e terzo governo Berlusconi e che è stato anche direttore generale del Tesoro: oggi è a capo della filiale italiana di Morgan Stanley. Il Mef potrebbe inoltre essere diviso (ma sembra che l’ipotesi non piaccia a Giorgia Meloni) e alla Finanze potrebbe andare Maurizio Leo, responsabile economico di FdI. Ma si ipotizza anche una conferma di Daniele Franco come segnare di rassicurazione all’estero sui conti e sulla gestione del Pnrr. Non ci sarebbero i tempi per

Ministero dell’Interno – Al Viminale vorrebbe andare Salvini, ma Giorgia Meloni resta scettica sull’ipotesi. Si rafforza invece l’ipotesi del prefetto di Roma Matteo Piantedosi, che potrebbe essere affiancato da un viceministro leghista. tgcom24.mediaset.it

 

Articoli recenti