Inchiesta concorsi Milano, accuse a Galli ridimensionate

Galli si ammala di Covid dopo la dose booster

MILANO, 30 SET – La procura di Milano ha chiuso le indagini sui presunti concorsi pilotati per i posti di professore e ricercatore all’Università Statale di Milano, in particolare nel settore della sanità. L’avviso di chiusura delle indagini è stato notificato oggi dai carabinieri del Nas a 25 persone, tra cui l’infettivologo Massimo Galli. Nei confronti di quest’ultimo le contestazioni sono state però ‘limate’. I pm Carlo Scalas e Bianca Eugenia Baj Macario hanno spacchettato l’inchiesta in più fascicoli, ciascuno relativo a un concorso.

“L’ipotesi accusatoria risulta fortemente ridimensionata rispetto a quella iniziale”, affermano i difensori dell’infettivologo, gli avvocati Ilaria Livigni e Giacomo Gualtieri. Il professore risponde solo di un episodio, per il quale gli è stato contestato il reato di falso e turbativa. I due legali hanno aggiunto che “dopo aver avuto la copia” degli atti “faranno le loro valutazioni”. (ANSA).

 

Articoli recenti