Usa: 10 miliardi di dollari in armamenti alla Giordania

Biden

di Giuseppina Perlasca – https://scenarieconomici.it – L’amministrazione Biden ha presentato un nuovo accordo di assistenza con la Giordania. Washington invierà ad Amman 10,15 miliardi di dollari nei prossimi sette anni. Il nuovo accordo farà della Giordania il terzo più grande destinatario di aiuti americani, dopo l’Ucraina e Israele.
La Casa Bianca ha firmato il nuovo memorandum d’intesa (MOU) venerdì scorso. L’amministrazione Biden ha discusso per la prima volta il nuovo accordo con la Giordania a margine del vertice di Gedda di luglio. Il MOU è il più grande pacchetto di aiuti che gli Stati Uniti abbiano mai firmato con Amman.

I funzionari giordani hanno celebrato l’aiuto, affermando che è essenziale. “È un accordo estremamente importante. Parla della forte amicizia che lega i due Paesi”, ha dichiarato il ministro degli Esteri Ayman Safadi. E ha aggiunto: “Gli Stati Uniti sono andati oltre per la Giordania”.

Il Dipartimento di Stato ha sottolineato l’importanza strategica di Amman per gli obiettivi di politica estera americana in Medio Oriente. “L’accordo rappresenta un impegno importante per la stabilità della Giordania e per la durata del partenariato strategico”, si legge nel comunicato stampa.

Sebbene gli Stati Uniti considerino la Giordania un partner importante in Medio Oriente, Washington e Amman non la pensano allo stesso modo sulla politica della Siria. La Giordania ha recentemente approvato la presenza russa in Siria come “stabilizzante”. Una parte degli aiuti servirà ad Amman a gestire gli 1,3 milioni di rifugiati siriani. La ricostruzione della Siria è attualmente ostacolata dalle sanzioni americane.

Il MOU che concede ad Amman oltre 10 miliardi di dollari dai contribuenti statunitensi è stato firmato nonostante il Dipartimento di Stato sostenga che il governo monarchico giordano commetta inquietanti abusi dei diritti umani. Secondo il Dipartimento di Stato, Amman ha costantemente commesso gravi violazioni dei diritti umani.

“Tra le questioni significative in materia di diritti umani vi sono state segnalazioni credibili di: torture o trattamenti o punizioni crudeli, disumani e degradanti nelle strutture governative; arresti e detenzioni arbitrarie; prigionieri o detenuti politici; interferenze arbitrarie o illegali con la privacy; gravi restrizioni alla libertà di espressione e ai media, tra cui l’esistenza di leggi penali sulla diffamazione e la censura”, si legge nel rapporto 2021 sui diritti umani.

Come la Giordania, anche altri tra i principali beneficiari degli aiuti americani hanno un passato di diritti umani compromesso. Israele riceve 3,8 miliardi di dollari. L’Egitto riceverà oltre 1 miliardo di dollari di aiuti nel 2022 e diversi rappresentanti ritengono che il Cairo sia colpevole di esecuzioni extragiudiziali. Il principale beneficiario degli aiuti, l’Ucraina, ha nazionalizzato i suoi media e bandito quasi tutti i partiti politici di opposizione negli ultimi sei mesi.

Condividi

 

Articoli recenti