Milano, 25enne rapinata e violentata: arrestato marocchino

maxi rissa

Una ragazza di 25 anni è stata rapinata e violentata da un 29enne in via Pietro Calvi a Milano (zona Risorgimento) nella notte tra sabato e domenica 11 settembre. L’uomo, cittadino marocchino già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri. Il fatto è stato reso noto dal comando provinciale attraverso un comunicato.

Tutto è successo intorno a mezzanotte e mezza in seguito alla chiamata della ragazza che, sotto shock, ha raccontato ai carabinieri di essere stata rapinata e violentata da un ragazzo che prima le ha strappato al collanina d’oro che aveva al collo e successivamente ha iniziato a palpeggiarla nelle parti intime. Il responsabile del gesto è stato rintracciato poco lontano in stato di ubriachezza ed è stato fermato al termine di un parapiglia con i militari.

LEGGI ANCHE
Il sindaco Sala: “il mio contributo alle elezioni è il modello Milano”
Unhcr: mantenere una narrazione equilibrata sull’immigrazione

Il 29enne, come riportato in una nota di via Moscova “ha continuato a dimenarsi e ad inveire contro i militari per eludere le operazioni di controllo, colpendo poi più volte con calci e testate la paratia in plastica all’interno dell’auto“. È stato portato prima in ospedale e successivamente (dopo essere stato dimesso senza prognosi per “alterazione psico-fisica”) è stato accompagnato a San Vittore, deve rispondere delle accuse di rapina, violenza sessuale e resistenza a pubblico ufficiale. La vittima della violenza, invece, ha rifiutato di ricevere cure mediche e le è stata restituita la collanina d’oro che le era stata strappata.  www.milanotoday.it

Condividi

 

Articoli recenti