Erdogan: Croazia modello di diritti per i musulmani

Erdogan Croazia

BELGRADO, 08 SET – Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha elogiato la Croazia, definendola un esempio nel mondo per ciò che concerne la libertà e i diritti dei musulmani. Lo ha fatto parlando oggi alla cerimonia di inaugurazione di un nuovo centro culturale islamico e di una moschea a Sisak, città a sudest della capitale croata Zagabria. Il leader turco – che era affiancato dal presidente croato Zoran Milanovic – ha ricordato la sua precedente visita in Croazia sei anni fa, quando lanciò un “messaggio contro la discriminazione, l’intolleranza, l’islamofobia e la xenofobia”.

E oggi, ha aggiunto citato dai media locali, vuole ribadire il suo messaggio “sull’amicizia, la fratellanza, la pace e la convivenza”. “Ciò non è casuale poichè la Croazia è un esempio per i Paesi d’Europa e del resto del mondo in fatto di libertà, prosperità, rispetto e diritti dei musulmani”, ha affermato Erdogan, secondo il quale “tale libertà non riguarda solo i nostri fratelli musulmani ma anche le altre fedi e culture”.

LEGGI ANCHE
Migranti: Croazia erige barriera a confine con Bosnia

La nuova moschea inaugurata oggi è simbolo della “posizione esemplare e della multiculturalità della Croazia”. – ha affermato Erdogan, che a Zagabria ha avuto oggi colloqui con il presidente croato Milanovic e il premier Andrej Plenkovic. Alla cerimonia di inaugurazione, davanti a una folla di centinaia di persone, hanno partecipato rappresentanti politici croati, dirigenti locali, i leader della comunità islamica locale e esponenti delle altre fedi religiose, compreso il vescovo cattolico di Sisak Vlado Kosic, che ha ricordato le parole di papa Francesco ‘siamo tutti fratelli’

A Sisak risiede una comunità islamica di circa 2.500 persone, appartenenti alle minoranze bosgnacca, albanese e rom. Quello inaugurato oggi è il terzo centro islamico con moschea esistente in Croazia, insieme agli altri di Zagabria e Rijeka (Fiume). La Croazia, dopo Bosnia-Erzegovina e Serbia, è stata la terza e ultima tappa di un giro che Erdogan ha effettuato nei Balcani occidentali.  (ANSA).

Condividi

 

Articoli recenti