Vaccini, Svizzera: ufficio di sanità pubblica UFSP oscura i dati

dosi di vaccino

Le richieste sono state molteplici, così come grande è stata l’attesa per la loro pubblicazione e finalmente, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), ha reso noti i contratti d’acquisto dei vaccini anticovid di Pfizer e Moderna, consultabili sul sito internet dell’ufficio.

Un particolare ha fatto però molto discutere: vari passaggi (a volte interi paragrafi) sono stati anneriti e resi illeggibili. “Questo dimostra quanto poca sia la sensibilità dell’UFSP riguardo la trasparenza”, ha dichiarato indignato l’avvocato Remy Wyssmann, che ripetutamente nel corso dell’ultimo anno aveva chiesto la divulgazione di queste informazioni. “I punti più rilevanti non si leggono: i prezzi delle dosi, il costo totale degli acquisti, le clausole di responsabilità”, ha aggiunto.

Della stessa opinione Kerstin Noëlle Vokinger, professoressa di diritto sanitario all’Università di Zurigo: “Oltre all’interesse privato va considerato anche quello pubblico, che in casi come questo è davvero molto grande”. Anche perché – va detto – il costo dei vaccini peserà in parte sulle spalle della popolazione.

Da parte sua, l’UFSP ha ribadito che “secondo la Legge federale sul principio di trasparenza dell’amministrazione, il diritto d’accesso a documenti ufficiali non è illimitato”. Inoltre, “nonostante i passaggi anneriti, le pubblicazioni offrono all’opinione pubblica informazioni sui contenuti e gli aspetti normativi dei contratti”. E René Buholzer, direttore generale di Interpharma, ha voluto a sua volta ricordare che la trasparenza è importante ma lo è anche “il rispetto del segreto d’ufficio e di fabbricazione”.  https://www.rsi.ch

Condividi

 

bresup

Articoli recenti