Reddito di cittadinanza, Salvini: “Soldi rubati da chi non fa una mazza”

Salvini

“Reddito di cittadinanza? Soldi rubati da chi non fa una mazza, diamoli a chi vuole lavorare”. Sono le parole di Matteo Salvini in un comizio a Erba in provincia di Como. “Alla prova dei fatti dopo tre anni su un milione e centomila lavoratori abili che percepiscono il reddito di cittadinanza, hanno ottenuto un contratto di lavoro a tempo indeterminato 4000, non è tanta roba. Quei soldi rubati da gente che sta a casa a non fare una mazza dalla mattina alla sera dovrebbero essere dati ai pensionati, ai precari e ai disoccupati veri che vorrebbero andare a lavorare”.

Leggi anche
Renzi: “voglio riaffermare l’idea che la gente deve soffrire”

“Non capisco perché sulla pace, non in Ucraina, ma la pace fiscale in Italia, Draghi non vada fino in fondo” dice Salvini. “Equitalia ha 140 milioni di cartelle esattoriali pronte a partire, che riguardano un italiano su quattro”. “Questi mille miliardi che lo Stato aspetta di incassare e non incasserà mai… – ha aggiunto – non è meglio chiedere il 20% di questi soldi, stracciare quelle cartelle esattoriali? Lo Stato incassa e milioni di italiani tornano a vivere… Una pace fiscale dopo la pandemia e dopo la guerra ci sta…”.  adnkronos

Condividi

 

bresup

Articoli recenti