25 aprile, nel manifesto Anpi bandiere dell’Ungheria invece di quelle italiane

Anpi bandiere dell'Ungheria

L’Anpi lancia il manifesto ufficiale per le celebrazioni del 25 aprile. Ma c’è un dettaglio non proprio marginale: alle finestre sono appese le bandiere dell’Ungheria e non quelle italiane. Col tricolore orizzontale e non verticale come nel nostro vessillo.

L’associazione dei partigiani, finita nella bufera in seguito alle dichiarazioni sulla strage di Bucha, lancia il tradizionale corteo per la Liberazione con un manifesto contro la guerra dove in una tipica piazzetta italiana sono disegnati alcuni partigiani che parlano con i ragazzi più giovani. Al centro proprio la scritta che richiama un passaggio dell’articolo 11 della Costituzione. E cioè che l’Italia ripudia la guerra.

Ma il senso patriottico dell’associazione è evidentemente difettoso. E il web non ha mancato di sottolineare la “svista” con battute ironiche. A cominciare da Federico Palmaroli in arte Osho: “Carini quelli dell’ANPI che nel loro manifesto hanno voluto rendere omaggio alla bandiera dell’Ungheria di Orban”, scrive sui social.

I commenti al manifesto per il 25 Aprile, in queste ore, non appaiono morbidi. “Avete scelto di prendere le distanze dalla Resistenza” fa notare qualcuno, come anche “tutti ripudiano la guerra, l’importante è non ripudiare la Resistenza”. E non manca chi l’articolo 11 della nostra Carta lo cita integralmente per ricordare che “si ripudia l’idea di risolvere le controversie internazionali con la forza armata”.

www.secoloditalia.it

Condividi