Inquinamento atmosferico Oms: molto accentuato nei paesi poveri

africa scuola niger

ROMA, 04 APR – Il 99% degli abitanti della Terra respira aria contenente troppi inquinanti. Lo ha detto l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), incolpando la cattiva qualità dell’aria per milioni di morti ogni anno.

Solo quattro anni fa, l’Oms aveva constatato che oltre il 90% della popolazione mondiale era colpita dal fenomeno.
I nuovi dati – ricavati da uno studio che coinvolge oltre 6mila città in 117 paesi – svelano che il problema è molto accentuato nei paesi più poveri.

“Dopo essere sopravvissuti a una pandemia, è inaccettabile avere ancora sette milioni di morti a causa dell’inquinamento atmosferico”, ha detto Maria Neira, capo del dipartimento di salute pubblica e ambiente dell’Oms.
L’Agenzia delle Nazioni Unite ha sottolineato l’importanza di frenare rapidamente l’uso di combustibili fossili e, in questo senso, il direttore dell’organizzazione, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha rimarcato l’importanza di muoversi più velocemente verso la transizione, anche a causa dei rincari energetici.
Il nuovo rapporto dell’Oms fornisce anche dati sulle concentrazioni PM10, PM2,5 e, per la prima volta, anche misurazioni a terra delle concentrazioni medie annuali di biossido di azoto (NO2). (ANSA).

Condividi