Crisi Ucraina, Cina: gli USA si pentano del loro ruolo

Cina Wang disinformazione

Gli Stati uniti dovrebbero “pentirsi” del ruolo avuto nello scoppio della crisi ucraina e smetterla di crearsi “nemici immaginari”. L’ha detto oggi nella quotidiana conferenza stampa il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin.

Ieri il Pentagono ha inviato al Congresso Usa il documento classificato che delinea la Strategia nazionale di difesa americana, nel quale la Cina è descritta come “il concorrente più consequenziale” mentre la Russia è bollata come “minaccia acuta”. Wang ha affermato che questo rapporto “è pieno di una mentalità tipica della Guerra fredda e dello scontro tra i blocchi” e ha avvertito che “il tentativo Usa di contenere e sopprimere (Cina e Russia) non avrà successo”.

Invece – ha detto ancora il portavoce – “gli Usa dovrebbero riflette sulle loro responsabilità nella crisi ucraina, mostrare pentimento e correggere la pratica di stabilire nemici immaginari, ignorando le legittime preoccupazioni di sicurezza degli altri paesi e alimentando lo scontro tra i blocchi”.

La richiesta, più specifica agli Usa, è quella di “implementare decisamente le dichiarazioni della sua leadership per le quali gli Usa non vogliono una nuova Guerra fredda con la Cina; non puntano a cambiare il sistema cinese; che la rivitalizzazione delle sue alleanze non ha nel mirino la Cina; che non sostiene l”indipendenza di Taiwan’; che non ha intenzione di cercare un conflitto con la Cina”. ASKANWES

Condividi