Castelrotto, sindaco non dà informazioni sul suo “stato vaccinale”: consiglio comunale si dimette

danni da vaccino richieste di indennizzo

BOLZANO. I membri del Consiglio comunale di Castelrotto hanno presentato le loro dimissioni in massa giovedì 16 marzo. E quindi nel comune altoatesino arriverà il commissario. “Questo – spiega la Svp in in comunicato – dopo diversi tentativi falliti nei giorni scorsi di chiarire con il sindaco Andreas Colli la questione dell’obbligo del “Green Pass” che era stata sollevata nelle scorse settimane. In particolare, si avverte sempre più il risentimento della popolazione, poiché nella comunità si usano apparentemente doppi standard.

Il sindaco Andreas Colli, che è soggetto all’obbligo del cosiddetto “2G” in quanto ha compiuto i 50 anni, è stato invitato 10 giorni fa a comunicare al gruppo il suo stato al riguardo.

Poiché il sindaco ha presentato solo una dichiarazione scritta e, adducendo norme sulla privacy, non ha voluto fornire alcuna informazione e, inoltre, non sono stati effettuati controlli nell’ultima riunione del consiglio comunale sotto la sua presidenza, i consiglieri comunali si sono ritenuti impossibilitati a continuare in queste condizioni”.  https://www.altoadige.it

Condividi