Morto monsignor Luigi Negri: aveva firmato l’appello contro le restrizioni Covid

monsignor Luigi Negri

E’ morto monsignor Luigi Negri. Aveva 81 anni. Lo hanno annunciato nelle scorse ore, con un comunicato, l’arcivescovo Gian Carlo Perego e il clero dell’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio, dove Negri è stato arcivescovo tra il 2012 e il 2017. Monsignor Perego lo ha ricordato nella messa del 31 dicembre e ha invitato i sacerdoti e fedeli a pregare per lui nella messa del primo gennaio.  Lo scrive www.milanotoday.it

Monsignor Luigi Negri firmò l’appello V’eritas liberabit vos’

Nel 2020, in piena pandemia, era stato uno dei primi firmatari dell’appello ‘Veritas liberabit vos’, “per la Chiesa e per il mondo”, pubblicato da alcuni siti cattolici conservatori, come ‘Duc in altum’ e ‘Stilum Curiae’.

Si trattava di un appello (in cui si parlava di “Governo mondiale fuori da ogni controllo”) affinché la pandemia del coronavirus non fosse “il pretesto”, al quale “si è giunti in molti casi”, per “ledere i diritti inalienabili dei cittadini, limitando in modo sproporzionato e ingiustificato le loro libertà fondamentali, tra cui l’esercizio della libertà di culto, di espressione e di movimento”. Tra i promotori l’ex Nunzio in Usa, monsignor Carlo Maria Viganò.

Condividi