Boldrini porta un terrorista palestinese alla Camera, rabbia di Israele

terrorista palestinese

E’ bufera sulla fu presidente dalla Camera. Che succede? Succede che ha invitato a Montecitorio le Ong Al Haq e Addameer. Le due ong fanno parte del Fronte popolare per la liberazione della Palestina che l’ambasciata israeliana a Roma non ha esitato a definire “organizzazioni terroristiche“. Eppure, per lady Boldrinova, va tutto bene.

Il ‘terrorista paletinese condannato’

Contro l’invito ha puntato il dito in primis l’ambasciata israeliana, che ha condannato la decisione della Boldrini. L’ambasciata si dice “scioccata” per la presenza di “terroristi e organizzazioni terroristiche”, trovando fuori luogo il fatto che abbiano il diritto di dire la loro “sui diritti umani alla Camera dei deputati”. E ancora, l’ambasciata di Israele ha rimarcato la presenza in Commissione di Shawan Jabarin, definito senza alcun giro di parole “terrorista condannato”.

Ovvia la levata di scudi anche di Fratelli d’Italia, in primis con Andrea Delmastro, che ha inviato la lettera che ha fatto esplodere il caso. Nella missiva si legge: “A distanza di un mese dalla scioccante scoperta, avvenuta a seguito di una mia interrogazione, che i soldi della cooperazione internazionale della Farnesina finiscono ad organizzazioni terroristiche – ha premesso Delmastro -, veniamo a sapere che Laura Boldrini ha invitato in commissione Esteri, e segnatamente alla sottocommissione per i Diritti Umani, personaggi politici legati a organizzazioni terroristiche in Palestina”.  liberoquotidiano.it

Segreteria del Pci attacca la Boldrini: “ha ricevuto un neonazista dichiarato”

Condividi