Roma, assemblea Ordine dei medici: è bagarre, interviene la polizia

Bagarre durante l’assemblea dell’Ordine dei medici a Roma: una cinquantina di sanitari ha protestato durante l’incontro, che si stava svolgendo all’hotel Villa Palace nella Capitale, contro l’obbligatorietà del vaccino e la sospensione dei sanitari non vaccinati, che viene fatta su segnalazione delle Asl. Sono volati insulti e qualche spintone.

I No Vax hanno urlato ‘Vergogna’ e ‘mafiosi’. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri, per ristabilire l’ordine.
L’assemblea, inizialmente riunita per discutere dell’approvazione del bilancio, è stata rinviata.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha sentito telefonicamente il Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma Antonio Magi dopo quanto accaduto stamane con l’interruzione dell’assemblea dell’Ordine da parte di un gruppo di medici no-vax. Il Ministro ha espresso “sostegno e solidarietà” al Presidente Magi oltre che “gratitudine per il lavoro quotidiano svolto a tutela del diritto alla salute”.

“Nell’Ordine dei medici ci sono professionisti che non pagano la tassa annuale, ma invece ci si sbriga a sospendere i medici che non sono vaccinati. Per il fatto di non essere vaccinata sono stata demansionata: ora il mio compito è contattare i pazienti per fissare gli appuntamenti sull’assistenza medica”.

E’ quanto spiega uno dei medici No Vax – una cinquantenne romana che lavora nell’azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini – che era presente all’assemblea dell’Ordine a Roma, dove oggi le forze dell’ordine sono intervenute per sedare momenti di tensione. ansa

assemblea Ordine dei medici

Condividi