Prof. Sinagra: “non fingono, sono veramente scemi”

Washington Post

di Augusto Sinagra – L’eccitata fantasia della ben nota Boldrini Laura trova riscontro nel “Washington Post”, organo di consolidata propaganda dei Democratici USA. Quelli dei brogli elettorali alle presidenziali americane.
Il detto “foglio” ingiunge l’abbattimento in Italia di tutte le statue fasciste. Immagino come atto di dovuto rispetto per la presenza a Roma in occasione del G20, del noto e farlocco Presidente USA.
Il suggerimento che, dati i rapporti, è un ordine per l’Italia, va tenuto in seria considerazione e in immediata esecuzione.

Siccome, però, di statue fasciste propriamente intese, non ce ne sono, si deve procedere alla distruzione di ogni altra opera muraria realizzata nel noto Ventennio.

Io comincerei con l’EUR dove proprio si svolge il G20. La riunione se la possono fare all’aperto.
Poi occorre procedere alla distruzione di tutte le strade, le ferrovie, i porti, gli acquedotti, gli elettrodotti, le case, gli ospedali, le scuole, i ponti e le strade, ecc.
In particolare, occorre riportare subito la piana pontina, quella di Sibari in Calabria e a Grosseto in Maremma, al preesistente stato paludoso e filozanzarologico.

Subito dopo occorre distruggere tutti i Cimiteri Militari che costudiscono le spoglie di Caduti tra il 1940 e il 1945. Che dire poi dell’Altare della Patria a Roma costruito sempre durante l’orribile Ventennio? Va raso immediatamente al suolo.

Ma l’opera non finisce qua: l’ideologia del Ventennio si rifaceva nei simboli, nei programmi e nelle vestigia storiche, ad un senso compiuto di “romanità”.
Occorre dunque eliminare anche quelle invereconde opere, cominciando dal Colosseo (se ne ricaverebbe una utilissima e democratica zona parcheggio) e a seguire in tutta Italia.

non fingono, sono veramente scemi

Ho sempre osservato che l’intelligenza media del “genere” statunitense è a livelli molto bassi, ma qui si supera ogni misura fino a toccare una forma di demenza cronica che mi spinge a formulare un unico possibile commento: vadano tutti a cagare.

AUGUSTO SINAGRAProfessore ordinario di diritto delle Comunità europee presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Avvocato patrocinante davanti alle Magistrature Superiori, in ITALIA ed alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, a STRASBURGO

Condividi