Africa, 95% di NON vaccinati: contagi in calo del 26% in una settimana

Covid dilaga in Africa

Secondo Amref, molti Paesi africani non hanno nemmeno ricevuto le dosi necessarie per vaccinare il 2% della loro popolazione, inclusi operatori sanitari e soggetti a rischio. “Se qui parliamo di terze dosi, assolutamente legittime soprattutto per le categorie vulnerabili – osserva – nel continente africano c’è circa il 95% della popolazione che non ha neanche la prima dose. Un processo vaccinale che in tutto il continente, “facendo una media, ha raggiunto circa il 5% della popolazione, chiaramente a diverse intensità” a seconda dei Paesi.

Il numero dei nuovi contagi di covid in Africa ha iniziato a scendere in modo significativo, secondo i dati raccolti dalle autorità sanitarie locali. L’andamento incoraggiante dell’epidemia viene registrato anche se solo il 5,5 per cento della popolazione è completamente vaccinata.

95% di non vaccinati, contagi in calo

Il numero complessivo dei casi è sceso del 26 per cento in una settimana, ha reso noto John Nkengasong, dell’organizzazione sanitaria dell’Unione africana. “Come continente abbiamo fatto molti progressi, non ci siamo ancora, ma ci stiamo arrivando. I dati scendono lentamente, ma costantemente”, ha dichiarato.

Il Marocco è il Paese africano con il maggior numero di persone vaccinate (il 57 per cento della popolazione). Nel 2022 mancheranno oltre ai vaccini, anche 2,2 miliardi di siringhe per somministrarli. Fino a ora complessivamente in Africa sono state registrate 8,5 milioni di contagi e 218mila decessi. Ma il numero reale potrebbe essere molto più elevato per entrambi gli indicatori. Secondo l’Oms, quasi l’86 per cento dei contagi non viene registrato. Il numero complessivo dei casi sarebbe quindi pari a 59 milioni.

Condividi