Ventimiglia, direttore non si vaccina: chiude centro trasfusionale della Croce Rossa

croce rossa

Chiuso il centro trasfusionale della Croce rossa di Ventimiglia. La decisione è stata intrapresa poichè il direttore dello stesso, Carlo Bonino, non si è sottoposto alla vaccinazione anti-covid.

Al direttore l’Asl 1 imperiese ha inviato una raccomandata in cui si prende atto che lo stesso non ha adempiuto all’obbligo vaccinale che, dall’aprile scorso, è in vigore per legge. La sospensione non è avvenuta da parte dell’Asl 1 che non può infatti, sostituirsi al datore di lavoro bensì è una presa d’atto formale.

Chiude il centro trasfusionale della Croce Rossa

In un primo momento era stata individuata una sostituta, ma anche questa dottoressa pur avendo i requisiti professionali neanche lei è vaccinata contro il covid.

La sospensione è fino al 31 dicembre, data questa che segna il termine dello stato di emergenza. Qualora lo stesso non venga prorogato Bonino potrà eventualmente ricoprire nuovamente il ruolo di presidente. www.sanremonews.it

Condividi