Covid, Draghi “La gente non si vaccina a causa delle notizie false”

Draghi stato d'emergenza fino a 31 dicembre e green pass obbligatorio

“I vaccini sono sicuri. I vaccini salvano vite. Le notizie false riducono la probabilita’ che un individuo si vaccini ‘sicuramente’ contro il Covid-19”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, intervenendo al settimo summit dei presidenti dei Parlamenti del G20. “I Parlamenti possono fare molto per sostenere lo sforzo globale di vaccinazione. Potete adottare provvedimenti che rafforzino i meccanismi di trasparenza nella distribuzione dei vaccini e che impediscano lo spreco di soldi pubblici nella sanita’. Potete inoltre sostenere i Governi nel loro impegno contro la disinformazione in materia di vaccini.

Leggi ancheCovid, segnalati più di 2 morti al giorno dopo il vaccino Chieste informazioni, i vertici Aifa non rispondono

Le notizie false riducono la probabilita’ che un individuo si vaccini

“Uno studio recente di Nature – ha aggiunto – ha mostrato come la lettura di notizie false riduca la probabilita’ che un individuo si vaccini ‘sicuramente’ contro il Covid-19 di piu’ di 6 punti percentuali. Il Parlamento Europeo ha compiuto molti passi concreti per sfatare i miti sui vaccini e ha fornito linee guida utili per identificare le notizie false sulle piattaforme digitali”.

Germania, 50% dei decessi dopo la seconda dose è causato dal vaccino

Integratori Montanari

Secondo Draghi “abbiamo davanti due problemi: nei paesi ricchi le dosi di vaccino sono ampiamente disponibili, ma una minoranza rifiuta di vaccinarsi o esita a farlo, questo comportamento e’ dovuto alla paura che non siano sicuri ed efficaci, nonostante le evidenze” dicano il contrario. “Nei paesi a basso reddito la disponibilita’ dei vaccini e’ ancora limitata, anche a causa di problemi di logistica”, ha osservato. (ITALPRESS)

Dritto e Rovescio, operatore sanitario: "in terapia intensiva sono tutti vaccinati"

Condividi