Senaldi: “Mimmo Lucano incastrato dal caravanserraglio buonista”

senaldi zan

Chi ha incastrato Mimmo Lucano? Risponde, nel suo video editoriale di oggi, Pietro Senaldi. Il condirettore di Libero inizia raccontando cosa è successo al sindaco di Riace che “è stato condannato in primo grado a 13 anni per peculato, ovverosia”, puntualizza Senaldi, “si è impossessato dei soldi dello Stato per farsi i fatti propri, e per truffa ai danni dello Stato. Non”, sottolinea il direttore, “per aver favorito l’immigrazione clandestina, cosa che lui non ha fatto: ha semplicemente steso tappeti rossi a chi arrivava distraendo, così dicono i giudici, soldi destinati ad altro”.

mimmo lucano saviano

Mimmo Lucano incastrato dai buonisti

“Non lo hanno incastrato i giudici”, continua Senaldi. “Lo hanno incastrato i vari Saviano, Boldrini, Fazio, Fratoianni, Fiorello jr con la sua fiction che lo celebrava: tutto quel caravanserraglio buonista che lo applaudiva senza sapere cosa facesse, che lo incoraggiava senza chiedersi quali fossero i suoi metodi e che lo ha fatto sentire un eroe al di sopra della legge perché agiva per il bene”.

mimmo lucano fiorello

Mimmo Lucano e Fratoianni

Il bene di chi? “Il bene suo, come hanno detto i giudici, e dei suoi protetti”, tuona Senaldi specificando che “il bene dello Stato e di tutti i cittadini italiani è un’altra cosa”. “A me spiace per Mimmo Lucano”, conlude il direttore, “perché è una vittima del sistema. È una vittima dei buonisti e della loro superficialità. È una vittima di chi usa il bene, il male, la giustizia semplicemente per propagandare le proprie idee a discapito di quelle altrui”.  liberoquotidiano.it

Condividi