Migranti, UE ricatta la Grecia: basta respingimenti o tagliamo i fondi

migranti la ue ricatta la grecia

La Grecia deve porre fine ai respingimenti in mare di migranti o perderà i fondi che le vengono versati dalla Commissione allo scopo di aiutarla a gestire i flussi. Bruxelles ha chiesto ad Atene di creare un meccanismo indipendente per monitorare la gestione del controllo dei confini, sostenendo che questa sarà una precondizione per ottenere i 15,83 milioni richiesti dal Paese ellenico.

“L’istituzione di un meccanismo di monitoraggio indipendente e credibile aiuterà a prevenire le violazioni dei diritti fondamentali alle frontiere e garantirà che siano in atto procedure per indagare efficacemente su eventuali accuse di tali violazioni”, ha detto a Euractiv un portavoce dell’esecutivo comunitario.

La Commissione ha espresso “profonda preoccupazione” per le accuse arrivate da diverse Ong di respingimenti e maltrattamenti dei migranti, assicurando che saranno prese “molto seriamente”, e chiedendo a tutti gli Stati membri interessati dal fenomeno “di indagare in modo completo e credibile su tutte le accuse, stabilire i fatti e intraprendere le conseguenti azioni necessarie se e quando viene accertata una violazione”.

La UE ricatta la Grecia: le accuse

Il governo conservatore di Atene è stato recentemente accusato da più parti di attuare respingimenti illegali sia in mare che sulla terraferma. In una recente dichiarazione, Amnesty International ha accusato le autorità di confine greche di “detenere violentemente e illegalmente” rifugiati e migranti per poi rispedirli in Turchia, in violazione dei trattati europei e internazionali sulla difesa dei diritti umani sottoscritti da Atene.

Ma l’esecutivo ellenico respinge le accuse e il ministro per le migrazioni, Notis Mitarakis, ha sostenuto che si baserebbero su immagini e testimonianze che arriverebbero dal Paese d’origine dei migranti. Mitarakis ha aggiunto che molti casi sono già stati investigati anche dall’Ue stessa, ma che i report “non hanno provato alcuna violazione” dei diritti fondamentali protetti dall’Unione. […] https://europa.today.it

Condividi

 

2 thoughts on “Migranti, UE ricatta la Grecia: basta respingimenti o tagliamo i fondi

  1. Praticamente la Grecia quasi non esiste più! Quello che non sono riusciti a fare i turchi, lo fa questa feccia!
    Prossimo sfacelo e pulizia etnica: l’Italia dove gli autoctoni saranno destinati a scomparire.

  2. Eh questa eurogermania del nord che domina, ordina, impoverisce e fa invadere i paesi chiamati PIIGS della misera Europa del sud.

Comments are closed.