Cuomo nella bufera, “ha molestato 11 donne e tenuto i dipendenti nella paura”

Andrew Cuomo nella bufera

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha molestato sessualmente 11 donne e si è vendicato di un dipendente che aveva provato a denunciare la situazione. A dichiararlo è stata la procuratrice generale dello stato di New York, Laetitia James dopo che Cuomo giorni fa è stato interrogato per ben undici ore dagli investigatori. La procuratrice, nel corso di una conferenza stampa, ha spiegato come tra le donne molestate ci sono un’attuale dipendente ed una ex dipendente statale. James ha accusato Cuomo anche di aver creato nei suoi uffici un ambiente di lavoro pervaso da un clima di paura e di intimidazione, oltre che ostile nei confronti di diversi membri dello staff.

Cuomo nella bufera, cosa rischia

Cuomo rischia ora di essere incriminato dalla magistratura e ciò potrebbe portare alla fine della sua carriera politica. “Non ho mai toccato nessuno in maniera non appropriata”: così Andrew Cuomo, visibilmente scosso e quasi in lacrime, in diretta tv si è difeso dalle pesantissime accuse di molestie mosse dalla procuratrice generale dello stato di New York Letitia James, sulla base delle indagini condotte.

“Accuse ripugnanti”

“Ripugnanti”: così la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, ha definito le accuse rivolte al governatore dello stato di New York Andrew Cuomo. Psaki non ha quindi risposto a chi le chiedeva se la Casa Bianca si aspetti le dimissioni di Cuomo e ha spiegato che il presidente Joe Biden si esprimerà nelle prossime ore sui fatti emersi dalle indagini condotte dalla procuratrice generale dello stato di New York Letitia James.  https://notizie.tiscali.it

Condividi