Assalto a Capitol Hill, quarto agente suicidato

assalto a capitol hill

WASHINGTON, 03 AGO – Un quarto poliziotto coinvolto nell’assalto al Congresso americano del 6 gennaio scorso è morto suicida il 10 luglio scorso. Lo hanno reso noto i vertici del Metropolitan Police Department di Washington, poche ore dopo la notizia di un terzo suicidio tra gli agenti che in quel giorno tentarono di difendere Capitol Hill dagli assalitori.

Assalto a Capitol Hill, 4 agenti suicidi

L’agente Kyle DeFreytag, 26 anni, in seguito ai ”traumi’‘ di quel giorno si è tolto la vita come il collega Gunther Hashida, il cui cadavere è stato ritrovato giovedì scorso. Prima di lui si erano suicidati altri due poliziotti e qualcuno ormai la chiama “la maledizione di Capitol Hill”. (ANSA)

L’11 gennaio si era ucciso Howard Liebengood, 53enne della Capitol Police, e il 15 gennaio Jeffrey Smith, un agente con 12 anni di servizio nella polizia di Washington.

 

Assalto a Capitol Hill

Condividi