Infermiere: “disagiati no vax, vi metterò le sonde con sottile piacere”

mortalità terapia intensiva

“Disagiati No-vax, quando vi metterò le sonde necessarie lo farò con più piacere“. Insomma, quando vi dovrò intubare sarà un bel momento. Queste le terrificanti parole riversate sui social da un infermiere bolognese, che sul web si è scagliato con queste parole contro una donna contraria al vaccino al coronavirus. Parole che hanno fatto scattare un procedimento disciplinare nei suoi confronti.

Uno sfogo, quello dell’uomo, sul proprio account Facebook indirizzato ai più recalcitranti su vaccini e green pass. Una frustrazione che emerge in modo dirompente tra le righe dell’invettiva dopo un anno di lavoro a ritmi frenetici e convulsi ma che, come detto in premessa, non giustifica le parole dure utilizzate sul social network.

Lei non si preoccupi – ha scritto l’operatore sanitario rispondendo a una donna – che quando apriremo di nuovo la terapia intensiva Covid con i tutti i disagiati No vax (e purtroppo qualche persona innocente che per seri motivi non poteva vaccinarsi), io sarò lì a mettervi le sonde necessarie alla vostra sopravvivenza. Lo farò in modo professionale come sempre, ma forse con un pizzico di sottile piacere in più. Questo perché so che è comunque stata una vostra scelta libera e consapevole. Questo allevierà il mio carico emotivo… e saremo tutti più felici”. Parole, comunque, inaccettabili. liberoquotidiano.it

Leggi anche
Orrore sul web contro i non vaccinati, il commento di Meluzzi: “ho individuato quattro categorie di persone che insultano: i fobici, gli ossessivi, gli euforici, i paranoici

Condividi