Aggrediscono un muratore e gli rubano lo stipendio, arrestati

carabinieri

Roma – Hanno aggredito un muratore, rapinandolo, e poi sono fuggiti a bordo di un bus Atac. I tre, però, non avevano fatto i contri con i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Pietro che, unitamente ai colleghi della Stazione Roma Madonna del Riposo, del Nucleo Radiomobile di Roma e dell’8° Reggimento Lazio, li hanno inseguiti.

A finire in manette tre romeni, di 39, 33 e 21 anni, tutti senza occupazione e già noti alle forze dell’ordine, con le accuse di rapina, lesioni personali e resistenza a Pubblico Ufficiale. I tre, ieri sera, hanno avvicinato un loro connazionale in circonvallazione Cornelia e, dopo averlo aggredito, lo hanno derubato di 1.270 euro in contanti, compenso del suo lavoro di muratore. I malviventi sono poi fuggiti salendo a bordo di un autobus linea Atac 791.

I Carabinieri sono intervenuti a soccorso della vittima e, dopo aver acquisito le prime indicazioni e le informazioni sui rapinatori, hanno effettuato delle ricerche. Poco dopo, i Carabinieri hanno notato i malviventi a bordo dell’autobus all’altezza di piazza Carpegna e li hanno bloccati.

Nel corso dell’identificazione, i fermati hanno opposto resistenza e uno dei tre, il 21enne, ha spintonato e scalciato nei confronti di un Carabiniere. Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo mentre la vittima della rapina è stata ricoverata in osservazione presso l’ospedale Gemelli per le lesioni riportate al volto.  https://www.romatoday.it

Condividi