Tokyo 2020, pugile marocchino tenta di mordere l’avversario

tokyo pugile marocchino

Ai Giochi di Tokyo 2020 è andato in scena qualcosa di già visto: il pugile marocchino Youness Baalla ha tentato di mordere lo zigomo dell’avversario David Nyika. Complice con ogni probabilità la frustrazione dell’andamento del match che ha portato poi alla vittoria il neozelandese. Un’immagine già vista nel lontano 27 giugno 1997, quando Mike Tyson morse l’orecchio di Evander Holyfield, generando a dir poco sgomento nel mondo dello sport.

Mancava poco alla fine del terzo round, i due pugili entrarono a stretto contatto corpo a corpo, quando Tyson abbracciò l’avversario e all’improvviso gli morse l’orecchio destro riuscendo a lacerarne un pezzo che successivamente sputò sul ring. Qui, nel corso del match di ottavi di finale (pesi massimi), la tragedia è stata sfiorata per un pelo.

Pugile marocchino non sanzionato

Nyika ha infatti immediatamente reagito e si è lamentato con l’arbitro che però non ha interrotto la gara e neppure sanzionato il pugile marocchino. “Non pensavo che l’avrebbe fatta franca – ha commentato a match concluso -. Ha cercato di mordermi lo zigomo…probabilmente ha solo preso una boccata di sudore”. E ancora: “Non s’è preso il boccone completo. Per fortuna aveva il paradenti e io ero un po’ sudato. Ero stato già morso una volta al petto ai Giochi del Commonwealth della Gold Coast. Ma dai, queste sono le Olimpiadi”.  liberoquotidiano.it

Condividi