Violenza sessuale lungo la pista ciclabile a Calcinato, arrestato straniero

carabinieri

Brescia – Violenza sessuale lungo la pista ciclabile che costeggia il fiume Chiese. È accaduto domenica scorsa a Calcinato, quando intorno alle 9.30 una 30enne che stava camminando nella strada che dalla frazione Ponte San Marco conduce al centro di Calcinato è stata raggiunta da un 25enne di origine nigeriana. L’uomo, con il volto in parte coperto da un cappello, in un primo momento ha sgambettato la donna e poi l’ha stretta con le braccia facendola cadere a terra. Successivamente si è abbassato i pantaloni e ha cercato di violentare la 30enne di Calcinato.

Ma la donna ha avuto la forza di reagire e ha iniziato a urlare. Così ha attirato l’attenzione di altri passanti, che si sono subito diretti nel tratto di pista ciclabile dove si stava per consumare la violenza sessuale. E il 25enne, spiazzato dalla reazione della donna, è scappato facendo perdere le proprie tracce.

Nel frattempo la 30enne è stata medicata all’ospedale di Montichiari in seguito alle ferite riportate. In un contesto del genere i carabinieri della stazione di Calcinato hanno avviato le indagini e sono riusciti a rintracciare nel giro di 5 giorni il 25enne nigeriano. L’uomo, senza fissa dimora e ospitato da un connazionale a Calcinato, è stato arrestato e trasferito in carcere a Brescia per violenza sessuale.  https://brescia.corriere.it

Condividi