Covid, allarme Oms per la Tunisia: ha bisogno di aiuto e vaccini

allarme Oms per la Tunisia

Allarme Oms per la Tunisia che ha bisogno di aiuto e vaccini. “La Tunisia è il paese che ha il più alto tasso di mortalità dell’intero continente africano e dell’intero mondo arabo”, ha affermato il dottor Yves Souteyrand, Oms, in un’intervista all’AFP. La Tunisia registra “più di 100 morti al giorno” e in un paese di 12 milioni di persone – “è davvero molto”, dice l’esperto. Il Paese, che ha visto solo circa 50 morti da marzo ad agosto 2020, è attualmente a più di 16.000 decessi, con record di 194, 189 o 144 nuovi decessi giornalieri registrati negli ultimi giorni.

La gravità della situazione è tanto più evidente in quanto “la Tunisia è più trasparente nei suoi dati rispetto a molti altri Paesi”, spiega: “il numero dei decessi segnalati dalla Tunisia è senza dubbio più vicino alla realtà”. Al di là dell’effetto statistico, “la situazione sanitaria è grave e tutti gli indicatori sono in rosso”, aggiunge.

Allarme Oms per la Tunisia, variante Delta

Il tasso di incidenza è “molto preoccupante”, spiega il rappresentante dell’Oms, e “la variante Delta, che è molto contagiosa, è molto presente” in Tunisi Dunque, la Tunisia “va aiutata, in particolare nei vaccini”, che il Paese stenta ad ottenere per il “problema di disponibilità”. I paesi sviluppati si sono riservati un’ampia quota della produzione mondiale e le donazioni promesse non si sono concretizzate. Solo l’11% della popolazione tunisina ha ricevuto una dose e il 5% due dosi, il che è “lontano da quello che sarebbe necessario per avere un effetto di immunità collettiva”, ha affermato il dottor Souteyrand.

Anche l’Algeria sta vivendo una terza ondata di epidemia più virulenta delle due precedenti. La maggior parte dei consulti registrati ultimamente richiedono ricoveri, talvolta un ricovero in terapia intensiva e la malattia inizia a colpire soggetti giovani con forme gravi. www.rainews.it

Condividi