Dittatura della retorica, la storia del “politicamente corretto”

Orizzonte degli eventi – Eugenio Capozzi è professore ordinario di Storia contemporanea presso la facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Napoli «Suor Orsola Benincasa». Fa parte del comitato scientifico della rivista «Ventunesimo Secolo» e della redazione di «Ricerche di storia politica». È autore di diversi volumi tra cui: Il sogno di una costituzione (2008), Partitocrazia (2009) e Storia dell’Italia moderata (2016).

In questo video presentiamo il suo libro “Politicamente corretto, storia di un’ideologia” che riparte dalle origini di un fenomeno che si è andato sempre più configurando come, appunto, una vera e propria ideologia, orfana dei fallimenti del progressismo novecentesco.

Chi si giova del tallone di ferro del politicamente corretto? Perché solo l’Occidente è considerato, da questa visione del mondo, meritevole di essere distrutto? Quanto di nichilista c’è in questa ideologia?
Perché le altre culture del mondo rifiutano il multiculturalismo, imposto manu militari dagli organismi dell’informazione e della cultura nel mondo occidentale?

Condividi