Ospita in casa un’amica e tenta di stuprarla, arrestato

Era ospite in casa di un suo amico che poi si è rilevato il suo aguzzino. Vittima una ragazza di 23 anni, picchiata e minacciata dall’aggressore che ha poi provato a violentarla. Un tentato stupro con la donna picchiata anche con un cavo e l’uomo che ha provato a tapparle la bocca con la mano per non farla urlare. Sono invece state proprio le grida d’aiuto della giovane ad allarmare i vicini che hanno poi richiesto l’intervento della polizia. Le violenze sono accadute sabato pomeriggio nella zona dell’Alessandrino.

Sono passate da poco le 17:00 quando alcuni residenti chiamano la polizia segnalando delle urla provenire da una palazzina di via dei Girasoli. Sul posto arrivano gli agenti dei commissariati Torpignattara e Porta Maggiore che riescono ad individuare l’appartamento dal quale provenivano le grida d’aiuto. Entrati nel condominio i poliziotti hanno poi trovato una donna sotto choc ed in forte stato d’agitazione. In lacrime la ragazza ha quindi riferito ai poliziotti che il suo amico era ancora all’interno dell’abitazione e che l’aveva aggredita scaraventandola sul letto e cercando di violentarla.

In casa i poliziotti hanno quindi trovato l’uomo, identificato in un 25enne del Senegal che, ancora con i pantaloni sbottonati, ha cominciato ad inveire contro la ragazza ed a minacciarla.

La donna, una senegalese di 23 anni, è stata affidata alle cure del personale del 118 che l’ha trasportata al Policlinico Casilino.

L’amico è invece stato accompagnato negli uffici del commissariato Porta Maggiore di polizia. Già conosciuto alle forze dell’ordine il 25enne è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dovrà rispondere di violenza sessuale e lesioni. www.romatoday.it

Condividi