Seconda dose con AstraZeneca, Draghi: “Chi vuole, può farla”

Draghi seconda dose con astrazeneca

“Se una persona under 60 ha fatto la prima dose del vaccino AstraZeneca e le viene proposta la vaccinazione eterologa ma non vuole, questa persona è libera di fare la seconda dose con AstraZeneca purché abbia un parere del medico e un consenso ben informato”. Sono le parole del premier Mario Draghi in conferenza stampa con il ministro della Salute Roberto Speranza e il commissario all’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo.

Seconda dose con AstraZeneca sotto i 60 anni

“Si è riunito il Comitato tecnico scientifico a cui avevo posto un quesito di chiarimento sulla vaccinazione eterologa. La risposta del Cts è che c’è una raccomandazione, un’indicazione molto forte, per l’utilizzo dell’eterologa per le persone sotto i 60 anni che hanno usato il vaccino di AstraZeneca in prima dose, ma resta aperta la possibilità per chi lo richiede, sulla base di un consenso medico, di poter anche utilizzare la seconda dose con Astrazeneca sotto i 60 anni”, ha precisato dal canto suo il ministro della Salute Speranza.

Il mix di vaccini anti-covid “funziona, io stesso martedì sono prenotato per fare l’eterologa”, ha comunque voluto chiarire il premier Draghi. “Ho più di 70 anni, come sapete. La prima AstraZeneca che ho fatto ha dato una risposta di anticorpi bassa. E allora mi si consiglia di fare l’eterologa. Quindi l’eterologa funziona per me e, ancor più vero, funziona per quelli che hanno meno di 70 e 60 anni”, ha aggiunto. adnkronos

Condividi