Ravenna, 14enne si vaccina: “prima lo facciamo, prima torneremo liberi”

14enne si vaccina

14enne si vaccina a Ravenna. E’ ancora molto giovane, ma ha lanciato un appello ai suoi coetanei per far capire l’importanza della vaccinazione per fermare la pandemia. Emanuele ha 14 anni, frequenta il primo anno dell’indirizzo grafico all’Istituto tecnico Morigia-Perdisa a Ravenna e martedì mattina è stato il primo minorenne a ricevere il vaccino anticovid al Pala de Andrè di Ravenna, per i quali le prenotazioni sono partite lunedì.

La scelta di iniziare con i giovanissimi nasce dalla volontà di garantire con ampio margine temporale l’immunizzazione di chi a settembre dovrà tornare tra i banchi di scuola, sempre nel rispetto delle indicazioni nazionali sull’età minima di accesso al vaccino e considerando l’intervallo di tempo necessario tra la prima e la seconda dose.

14enne si vaccina: sto benissimo

“Sto benissimo, non sembro avere effetti collaterali al momento – racconta il giovane – Ho ricevuto il vaccino Pfizer e la seconda dose è prenotata per il 13 luglio. Tra i miei amici alcuni sono favorevoli al vaccino e lo faranno, altri sono contrari perchè hanno paura che possano emergere effetti collaterali ancora non scoperti. Credo che la maggioranza di loro aspetterà e lo farà più avanti”. Emanuele lancia poi un messaggio ai suoi coetanei: “Bisogna pensarci su, però prima ci vacciniamo tutti quanti e prima torneremo a essere liberi e a una sorta di normalità”.   www.ravennatoday.it

Condividi

 

2 thoughts on “Ravenna, 14enne si vaccina: “prima lo facciamo, prima torneremo liberi”

  1. Quando la massa esprime queste cose indicando come “normalità” il ritorno al nulla è sintomo di carenza culturale, disagio sociale e indifferenza delle problematiche attuali con la ricerca estrema della soddisfazione dell’adesso senza una benché minima visione del proprio futuro. Genitori, Scuola tutti coalizzati ad avvelenare queste giovani leve senza aver la benché minima idea di quello che stanno facendo.

  2. Il ragazzo è stato disinformato; in molti paesi anche con la vaccinazione devi portare la mascherina e mantenere il distanziamento.E’ la classica carota per medicalizzare la popolazione.Hanno già parlato di vaccini ogni anno che potrebbero distruggere il nostro naturale ed efficientissimo sistema immunitario.Del resto l’obiettivo delle elite occulte è la riduzione della popolazione quindi tutto torna.Il premio nobel Montagner ha detto, insieme ad altri autorevoli scienziati, che la vaccinazione di massa in corso di un epidemia virale è una follia in quanto il virus per difendersi muta con varianti potenzialmente piu’ patogeniche

Comments are closed.