Palù (Aifa): i ragazzi sono a basso rischio ma bisogna vaccinare tutti

palù vaccino

“Dai 12 ai 15 anni il rischio di ammalarsi” di Covid-19 “è basso. L’importante è coprire la totalità della popolazione in età più a rischio, per poi passare gradualmente ai più giovani”. Lo sottolinea in un’intervista a ‘Il Mattino’ Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa, nel giorno in cui si aprono le prenotazioni per le vaccinazioni a tutte le fasce d’età.

“Credo che possiamo guardare la realtà con ottimismo – spiega il docente emerito di microbiologa e virologia dell’università di Padova – Siamo, secondo gli ultimi dati ufficiali, arrivati a un totale di oltre 35 milioni e mezzo di dosi di vaccini somministrati. Considerando che, in oltre 12 milioni di vaccinati, siamo alla seconda dose, pari al 20,69% degli italiani, credo ci si avvii a una buona copertura dal contagio del virus. Con la copertura del 75% della popolazione che va dai 60 anni in su, il rischio di ammalarsi si è ridotto. E questo obiettivo si allargherà in maniera progressiva, coprendo anche sempre più percentuali della popolazione che ha superato i 50 anni”.

Palù, le varianti

“Certo, resta il problema delle varianti”, precisa Palù. “Considerando che procediamo con celerità nel piano vaccinazioni, dobbiamo sempre tener conto della contagiosità maggiore delle varianti, come l’indiana e la tailandese. Anche sulle varianti, il rischio è minore per bambini e adolescenti. Ma possiamo affermare pure che, dopo 15-20 giorni dal vaccino, il rischio diminuisce anche per gli over 60″.

Covid, Crisanti: dubbi etici sul vaccinare i bambini

Tuttavia “va detto che ci avviamo verso la stagione estiva che aiuta nella minore diffusione del contagio”. L’esperto conferma infatti che, nella lotta al coronavirus Sars-CoV-2, il caldo aiuta. “Come lo scorso anno: da maggio a settembre – ricorda – le radiazioni dei raggi ultravioletti, insieme con l’aria più tersa e le temperature più alte e con l’attività prevalente all’aperto, rendono meno probabile la trasmissione del virus”.  ADNKRONOS

Condividi

 

2 thoughts on “Palù (Aifa): i ragazzi sono a basso rischio ma bisogna vaccinare tutti

  1. Non posso credere che Palù si sia rincoglionito.
    È più probabile che si sia fatto corrompere.

    1. Purtroppo penso tu abbia ragione e penso che sia una cosa più che criminale. Malvagia

Comments are closed.