Guerriglia a Milano dopo una rapina, arrestato marocchino

guerriglia a milano
Frame da video Twitch

La rapina, l’intervento dei carabinieri, gli spari e le bottigliate. Notte di guerriglia a Milano, alle Colonne di San Lorenzo, cuore della movida del capoluogo lombardo. Stando a quanto appreso, tutto è iniziato pochi minuti prima dell’una, quando un’auto dei carabinieri è stata fermata da due 23enni, entrambi tedeschi, che hanno raccontato di essere appena stati aggrediti da due uomini con due cani e rapinati delle collanine. I militari hanno così raggiunto la piazza, che nonostante il coprifuoco iniziato già da due ore era piena di gente, e hanno cercato di bloccare due sospettati.

Notte di guerriglia a Milano

Uno dei due, ormai braccato, avrebbe aizzato un pitbull contro i militari e a quel punto uno dei carabinieri – morso più volte al braccio e alle gambe – avrebbe aperto il fuoco, sparando due colpi con l’arma d’ordinanza, mentre il collega avrebbe usato lo spray al peperoncino.

Frammenti del proiettile avrebbero colpito una donna, che è finita in ospedale con due ferite alle gambe – aveva foro di ingresso e foro di uscita – e il cane, che è stato rintracciato poche ore dopo in una clinica veterinaria, ferito ma vivo.

Al pronto soccorso anche un 23enne, che sarebbe proprio il giovane rapinato e che sarebbe stato morso alla gamba dal cane, il carabiniere aggredito e un altro uomo, che sembra sia stato colpito con dei cocci di bottiglia. Dopo l’intervento dei militari e gli spari, infatti, molti giovani hanno reagito lanciando bottiglie di vetro contro le auto dei carabinieri.

I militari, stando a quanto appreso, hanno arrestato un 22enne cittadino marocchino, con precedenti, che deve rispondere delle accuse di rapina e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Sarebbe lui l’autore della rapina che ha poi dato il via alla guerriglia.  www.milanotoday.it

Condividi