Origine coronavirus, Fauci: non convinto che si sia sviluppato naturalmente

fauci contagi immunità di gregge

Origine coronavirus: Il dottor Anthony Fauci, consulente del presidente americano Biden sulle strategie per la pandemia, ha detto di non essere “convinto” che Covid-19 si sia sviluppato naturalmente al di fuori del laboratorio di Wuhan e ha chiesto un’indagine aperta sulle origini del virus.

Rispondendo domenica a PolitiFact su Foxnews alla domanda dell’analista Katie Sanders sulla “nebulosità delle origini del Covid e sul suo sviluppo naturale”, Fauci ha detto:
Non ne sono convinto e penso che dovremmo continuare a indagare su cosa è successo in Cina fino a quando non continueremo a scoprire al meglio delle nostre capacità cosa è successo”.

Origine coronavirus, sì alle indagini

L’epidemiologo ha continuato dicendo che nella prima indagine si parlava di un “serbatoio animale che poi ha infettato gli individui”, ma secondo Fauci “potrebbe essere stato qualcos’altro, e dobbiamo scoprirlo. Sono perfettamente a favore di qualsiasi indagine che esamini l’origine del virus”.

Fauci e il senatore repubblicano Rand Paul si sono scontrati, la scorsa settimana, sul ruolo del laboratorio di Wuhan, nelle origini di Covid-19, che secondo Paul, stava testando un virus mortale finanziato dal governo Usa che ha poi rilasciato nel mercato cittadino.

La Cina ha negato seccamente la notizia riportata dal Wall Street Journal secondo cui diversi membri del personale di un laboratorio di virologia di Wuhan si erano ammalati, forse di Covid, poco prima che il primo paziente con sintomi simili al Covid fosse registrato in città l’8 dicembre 2019. askanews

Condividi