“Ce lo chiede la UE”, la trappola per impedire ai poveri di ribellarsi

di Radio Radio Tv – Prof. Valerio Malvezzi – Affinché la gente povera non possa ribellarsi sono necessarie due condizioni: non sapere contro chi ribellarsi e far vivere le persone in un #regime di #terrore, di precarietà fisica e dell’anima.
Quanto alla prima condizione, questa è realizzata con sovrastrutture, come per esempio l’Unione monetaria europea. Unica condizione di unità, come si è detto.

Tu puoi facilmente ribellarti al tuo sindaco, se le strade della tua città non sono asfaltate. E puoi non rieleggerlo. In maniera meno facile puoi ribellarti al tuo deputato, che probabilmente ti sarà paracadutato dall’alto, con riforme che allontanano il popolo dalla politica e avvicinano le lobby. Ma certamente, non potrai prendertela con il tuo Governo quando ti dirà la frase: “lo vuole l’Europa”.

Avere allontanato la gente dalla politica è il disegno di quelli che comandano. Odiare la politica, odiare gli uomini politici, è coscientemente o incoscientemente un filone di pensiero pilotato. Pilotato da chi? Da chi ha l’interesse a che le Repubbliche parlamentari spariscano dalla faccia della Terra. Vedete, i Parlamenti democratici hanno un grande limite, quello di consentire al verduriere di parlare con il professore.

Condividi