Migranti, Frontex: arrivi su rotta Mediterraneo centrale +152%

migranti arrivi

Tra gennaio e aprile 2021 i migranti arrivati sulla rotta del Mediterraneo centrale sono più che raddoppiati (+157%) rispetto allo stesso periodo del 2020, toccando quota 11.600, ovvero l’aumento più consistente rispetto a tutte le altre rotte. Sono i dati di Frontex. Gli arrivi di aprile, 1.550, fanno registrare il doppio rispetto allo stesso mese del 2020. Ad arrivare sono stati soprattutto tunisini e ivoriani.

Gli arrivi restano più bassi rispetto alla primavera del 2015, anno della crisi migratoria: quell’anno da gennaio a fine maggio si erano registrati circa 47mila attraversamenti illegali lungo la rotta del Mediterraneo Centrale. Sulle altre principali rotte che portano nell’Ue, oltre mille migranti irregolari sono arrivati in aprile nelle isole Canarie, il triplo dell’aprile 2020; in gennaio-aprile gli arrivi sono circa 4.500, oltre il doppio del totale rispetto al gennaio-aprile 2020. La maggior parte sostiene di arrivare dal Mali e dal Marocco.

Nel Mediterraneo Occidentale, rotta che porta alla Penisola Iberica, gli arrivi in aprile sono stati meno di 300, +70% rispetto ad aprile 2020. Il totale nei primi quattro mesi del 2021 è di 3.200 (+5%); tre su quattro sono algerini, il resto per lo più marocchini. Lungo la rotta del Mediterraneo Orientale, che porta alle isole greche, in aprile gli attraversamenti illegali sono stati 1.850, un aumento di 12 volte rispetto ad aprile 2020, anche se in gennaio-aprile il numero dei rilevamenti (4.800) è in calo del 58% rispetto ai primi quattro mesi del 2020. Si tratta per lo più di turchi e siriani.

Il maggior numero di arrivi in aprile si è registrato lungo la rotta dei Balcani Occidentali, che passa per le repubbliche della ex Jugoslavia: in aprile sono stati 3.100, un aumento di 33 volte rispetto al minimo storico di aprile 2020. Nei primi quattro mesi del 2021 il numero degli arrivi è di 11.600, come sulla rotta del Mediterraneo Centrale, il doppio del periodo gennaio-aprile 2020. Le principali nazionalità su questa rotta sono siriani e afghani.  www.rainews.it

Condividi