Esasperato dai controlli, barista lancia sedie e tavolini

vigili barista

Alta tensione in piazza Leonardo da Vinci a Salò: il proprietario di un bar si è scagliato contro alcuni funzionari del municipio che stavano effettuando dei controlli sui plateatici. Giovedì mattina l’assessore al commercio Nirvana Grisi assieme al comandante della polizia locale Stefano Traverso (e altri funzionari) stavano svolgendo dei sopralluoghi in alcuni locali.

Tutto sembrava procedere per il meglio, ma i problemi sono nati quando il barista del complesso Gasparo ha iniziato a perdere il controllo, insultando agenti e personale comunale e lanciando sedie e tavolini nel parcheggio. La situazione è poi precipitata: nonostante i richiami a mantenere la calma, l’uomo avrebbe colpito al volto il comandante della Locale con uno schiaffo facendogli volare a terra gli occhiali. Lo scrive il Giornale di Brescia.

Barista esasperato

Alta tensione in piazza quando il barista esasperato non ha retto ai controlli della polizia locale e ha perso la testa, scagliandosi contro di loro e aggredendo il comandante. Il ristoratore della piazzetta ha prima aggredito i vigili verbalmente mentre erano impegnati in controlli anti Covid e poi ha dato in escandescenze.

Prima ha cominciato a lanciare i tavolini e le sedie del suo locale. A quel punto i vigili si sono avvicinati proprio per capire che cosa stesse succedendo e per calmare l’uomo su tutte le furie, ma il peggio doveva ancora arrivare. Infatti l’ira del commerciante ha raggiunto livelli tali da portalo a colpire il comandante con uno schiaffo.

Il fatto è avvenuto giovedì mattina in provincia di Brescia, dove la violenza si è consumata sotto gli occhi della polizia locale. Ad avere la peggio infatti è stato il comandante che, dopo aver ricevuto il colpo al volto, ha anche perso gli occhiali. Come riporta anche BresciaToday, sono dovuti intervenire i carabinieri, che hanno portato il barista in caserma, dove è stato denunciato. https://www.today.it

Condividi