Video Grillo, Davigo contro Boschi: “parla a vanvera, dovrebbe stare attenta”

Davigo Boschi

Un Piercamillo Davigo scatenato a DiMartedì, su La7. Incalzato da Giovanni Floris, l’ex magistrato di Mani Pulite prima definisce “inopportuno” e “un errore politico” il video di Beppe Grillo con cui il comico ha difeso pubblicamente il figlio Ciro, indagato a Tempio Pausania per (presunta) violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza 19enne, nel luglio 2019.

“C’è stata pure una deputata, Maria Elena Boschi, che ha detto: ‘Lo vorrei vedere adesso Davigo, il teorizzatore del ‘colpevole a prescindere’, è stato lui a ispirare la linea sulla giustizia del M5s. Ora che Grillo si comporta come il più feroce dei garantisti, Davigo cosa direbbe?’. Bene Davigo, cosa risponde?”. E l’ex pm parte in quarta: “La Boschi farebbe bene ad informarsi prima di parlare a vanvera. Non ho mai detto quello che mi attribuisce”.

“Ho detto due cose diverse. Una in un contesto preciso, quello degli appalti della metropolitana 3 di Milano dove non potevano esserci innocenti e infatti sono stati condannati tutti”. “Non mi parli del dito, parliamo della luna – lo interrompe ironico Floris -. Parliamo della filosofia che c’è dietro”.

Davigo: Boschi non sa di cosa parla

“Rispondendo all’onorevole Costa che parlava di indennizzi per ingiusta carcerazione, parlavo di innocenti e di colpevoli che l’hanno fatta franca per varie ragioni. Tanto per cominciare, la Boschi non sa di cosa parla e dovrebbe stare attenta, soprattutto perché ricopre incarichi istituzionali”. “Abbiamo invitato la Boschi – mette le mani avanti il conduttore – che ha preferito non confrontarsi con Davigo. Immagino che la minaccia sia un ‘stia attento simbolico’”. “No io non minaccio nessuno – precisa Davigo -, però ha anche detto che io sarei ‘più vicino’ (a Grillo, ndr). Le rispondo: più vicino sarà lei. Ma ai politici non viene mai in mente che un magistrato possa essere neutrale? Perché devono misurare tutti con il loro metro?”. www.liberoquotidiano.it

Condividi