Vaccini, Janssen: plausibile ruolo causale in rare trombosi

Janssen Johnson & Johnson australia

ROMA, 27 APR – “Una combinazione di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnate da sanguinamento, è stata osservata molto raramente in seguito alla vaccinazione con Covid-19 Vaccine Janssen. Un ruolo causale del vaccino è considerato plausibile”. A riportarlo è una “nota informativa importante concordata con le attività regolatorie europee ed italiane”, scritta da Janssen, l’azienda farmaceutica di Johnson &Johnson, e pubblicata sul portale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa).

Questi casi, come noto, “si sono verificati entro le prime tre settimane successive alla vaccinazione e prevalentemente in donne di età inferiore ai 60 anni” e in “questa fase non sono stati identificati fattori di rischio specifici”. La trombosi in combinazione con la trombocitopenia richiede una gestione clinica specializzata.

Janssen: prestare attenzione

Per questo, sottolinea la nota, “gli operatori sanitari devono prestare attenzione ai segni e ai sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia” nei soggetti vaccinati con il vaccino Jansssen e questi ultimi “devono essere istruiti a consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia, dopo la vaccinazione” (ANSA)

Condividi