Piano di rilancio presentato anche da Germania e Francia

scholz piano di rilancio

Il ministro tedesco delle Finanze Olaf Scholz ha presentato il piano di rilancio del suo paese insieme all’omologo francese Bruno Le Maire in una conferenza stampa congiunta da remoto. “La Germania può aspettarsi di ricevere dei prestiti di un valore totale di 25,6 miliardi di euro del Recovery Fund dell’Ue. Il nostro piano di rilancio prevede delle spese totali di circa 28 miliardi di euro”, ha spiegato Scholz.

Piano di rilancio tedesco

Il 90% delle spese previste nel piano tedesco sono dedicate alla lotta contro i cambiamenti climatici e alla trasformazione digitale. Ciò significa che il governo tedesco sta andando ben al di là degli obiettivi ambiziosi fissati dall’Ue”. “Penso che siamo sulla buona via, non solamente la Germania e la Francia – ha proseguito Scholz – ma anche altre nazioni, avete già sentito che andremo a presentare assieme i nostri piani assieme all’Italia e alla Spagna e che lavoriamo con la Commissione e molti altri paesi stanno facendo lo stesso”.

Nel piano di rilancio francese, invece, sono già stati investiti 30 miliardi dei 100 previsti, ovvero un terzo del Recovery Plan. Il ministro dell’Economia Bruno Le Maire ha chiesto alla Commissione Ue di fare presto: “La responsabilità politica degli Stati membri e della Commissione è ora di rendere il Recovery Plan europeo una realtà concreta per tutti i cittadini al più presto possibile.”

“Gli Stati membri devono sottoporre i loro piani di ripresa e resilienza e ratificare le loro posizioni di decisione sulle proprie risorse al più presto possibile. La Commissione deve analizzare i piani di ripresa e resilienza al più presto possibile così da poterli approvare da parte del consiglio al più tardi a luglio”.   http://www.rainews.it

Condividi