Embraco, nessun accordo: confermati 400 licenziamenti

embraco

Niente accordo tra sindacati e curatela fallimentare di Ventures, al tavolo convocato dall’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte. Restano confermati, quindi, i licenziamenti dei 400 lavoratori ex Embraco che partiranno il 22 luglio al termine degli ammortizzatori sociali.

I legali hanno ribadito di non essere nelle condizioni di inviare la richiesta di cig per Covid, nonostante quanto sostenuto dai tecnici del ministero del Lavoro. tgcom24.mediaset.it

Licenziamenti Embraco, Calenda torna da Bruxelles con un pugno di mosche

20 febbraio 2018 – “Se il ministro Calenda intende far proliferare le multinazionali in Italia, noi intendiamo invece sostenere il tessuto della piccola e media impresa e difenderlo proprio dalla concorrenza sleale delle multinazionali. La situazione Embraco è figlia della stessa ideologia ultraliberista che Calenda e il Partito democratico portano avanti: ecco perché la ricetta Pd è inadatta a contrastare il male della globalizzazione. Solo un cambio di paradigma economico, che sdogani le tutele e le difese commerciali, può ristabilire equa concorrenza, equità fiscale e contrastare le delocalizzazioni e il dumping salariale”. Così l’europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Lorenzo Fontana.

Condividi

 

One thought on “Embraco, nessun accordo: confermati 400 licenziamenti

  1. I primi 400 dei 400mila che ci saranno entro l’anno.
    Le ferramenta saranno prese d’assalto.

Comments are closed.